Tel. +39.0773250032/ +39.3476851224
Via Migliara 45,90 - B.go Grappa - Latina - Italy

Chi siamo

Ceramica è sinonimo d’arte che risale al primo millennio e approdò a Vietri moltissimo tempo fa tanto che si hanno notizie di maiolicari e fornaci dislocate nel Casale di Vietri (che un tempo si chiamava Vetere) risalenti al Medio Evo. Vietri nacque Etrusca, fondata da popolazioni Etrusche spintesi fin laggiù per i loro commerci e sembra che da essi l’arte ceramica abbia preso avvio.

In epoca Greca e Romana, tra il VII e il IV secolo a.c., si documenta l’esistenza di un villaggio chiamato Marcina, distrutto poi dai vandali di Genserico nel 455 d.c. che dispersero gli abitanti scampati alla strage. I discendenti di questi, nell’ottavo secolo a.c., dai monti dove si erano insediati, ritornarono alla costa tanto amata dai loro pacifici avi e vollero ricostruire la città nel luogo originario che chiamarono appunto Vetere, vecchio, antico, vetusto.

La trasformazione in Vietri avvenne ovviamente col tempo. La volontà di risorgere fece sì che la produzione della ceramica dal Medioevo in poi avesse vastissima diffusione. Grandi maestri si sono tramandati l’arte di trasformare una palla di fango in oggetti meravigliosi, con il solo ausilio delle mani. Una policroma pasta vetrosa, decorata con fantasia inimitabile, derivante da influenze islamiche e orientali.

Questi oggetti furono commerciati in tutto il Mediterraneo, tanto da tenere in piedi l’economia Vietrese anche nelle epoche più buiequando, ad esempio, nel Cinquecento, le scorrerie dei Turchi si federo più frequenti e tragiche. Ancora oggi, l’artigianato della ceramica rappresenta una delle attività più significative del paese.

Nel mese di Agosto del 1923, nacque a Vietri Carmine Buono che a soli 8 anni, ragazzo di bottega dello zio, noto ceramista Vietrese, modellò da solo il suo primo pezzo, un bellissimo “Ciucciariello” (asinello), decorandolo con l’ancor oggi famosissimo colore “Verde Vietri”, incamminandosi così di fatto lungo la strada che lo porterà a trasformarsi da ragazzo di bottega ad artista affermato, riconosciuto e ricercato come lo è a tutt’oggi.

Da Carmine Buono e Ada Gambardella, sua sposa, nell’Aprile del 1956, sotto il segno del Toro, nacque Silvana Buono, a cui il padre insegnò con maestria, pazienza ed amore paterno l’arte e l’amore per la stessa. Nel 1965 la famiglia dei ceramisti Buono si sposta da Vietri a Latina dove continua il proprio lavoro in spazi più ampi.

A Latina, nel 1989, Silvana Buono, insieme al Marito Attilio e alle figlie Luana e Sara, entrambe decoratrici di altissimo livello, fonda una nuova Bottega d’Arte, oggi al nome di Ceramiche Vietrese Buono, condotta con successo dalla figlia Luana. Un posto dove l’artigiano è affiancato da moderne attrezzature che sposano l’estro dell’artista. Tutte le forme, disegni e decori , sono realizzati interamente a mano, pezzo dopo pezzo, con possibilità di variare forme, disegni e colori a seconda dell’esigenza del cliente. E’ possibile realizzare pezzi alti fino a 110 cm e fino a 110 cm di diametro.

Realizziamo inoltre piatti, bicchieri, brocche, bottiglie, vasellame in genere, vasi per lume, lampadari, applique, porta candele, posacenere, piani per tavolo, puzzle murali, riproduzione su vasi e mattonelle, pavimenti, servizi da bagno, arredamento per la casa e tanto altro. Tutti i nostri prodotti possono contenere alimenti.

In una struttura moderna, realizziamo da decenni opere raffinate ed eleganti ma sempre nel rispetto delle tradizioni.

 

Ceramiche Vietrese Buono